Ricette

CONSIGLI PER L’USO DELLE CREME CIOCCOLATO ITALIANO:

Possono essere usate con o senza pane, nelle preparazione di dolci, salse mousse e di pietanze creative.
COME: in purezza, spalmate sul pane, in accompagnamento a ingredienti salati, come base di creme per dolci, salse, ricette di primi piatti e dessert, come sfizio in accompagnamento a caffè, thé, o frutta.
QUANDO: a colazione, a merenda, a cena e dopo cena.
PER CHI: per bambini di tutte le età, adulti, golosi, vegani, sportivi e salutisti.
DOVE: a casa, al mare, in montagna, a scuola, in ufficio, ovunque ne abbiate voglia, è sempre il luogo ideale.


Invia la tua ricetta

BACI DI MARCO

Ingredienti • 200 g di fecola di patate • 200 g di frumina (amido di frumento) • 200 g di farina di mais fioretto • 200 g di nocciole • 60 g di zucchero mascobado • 140 g di olio di girasole o mais • qualche cucchiaio di acqua tiepida • crema di cacao di Cioccolato Italiano q.b Come prima cosa armatevi di bilancia e robot tritatutto da cucina e, se possedete anche una planetaria per impastare, sarà la benvenuta. Tritate le nocciole con lo zucchero integrale finché la lama avrà difficoltà a girare, ovvero fin quando gli olii iniziano a essere rilasciati dalle profumatissime nocciole. Il trito ottenuto ha un profumo irresistibile, vero? Non mangiatelo adesso, vi servirà tutto e le dosi sono importantissime. Pesate adesso i restanti ingredienti e riunite tutto in una ciotola o nella planetaria. Pronti? Lavorate per bene fino a ottenere un impasto liscio e compatto non troppo appiccicoso; se lo fosse, aggiungete poca fecola di patate o amido di frumento. Fate riposare l’impasto in frigorifero per 1 ora e ricordatevi che potrete anche congelarlo per scongelarlo al momento dell’uso, cioè quando vorrete preparare questi biscotti squisiti. Accendete il forno impostando funzione statica e 150°. Ricavate dall’impasto delle palline di circa 3 cm di diametro o poco meno e quindi schiacciatele con una leggerissima pressione delle dita. Se siete abili in cucina e avete stampi da biscotto tondi, allora sfruttateli. Disponete i baci su una teglia rivestita con carta forno e cuoceteli per circa 12 minuti a 150-160°. Devono rapprendersi ma non colorirsi né tantomeno bruciare. All’inizio saranno molto friabili, ma una volta freddi non vi deluderanno. Ponete un pochino di Cioccolato Italiano al centro di un biscotto e richiudete con un secondo. Ecco a voi il bacio di Marco. Ovviamente sono buonissimi anche senza ripieno, ma questa è la loro apoteosi.

Mousse di crema al latte al pistacchio

Mousse di crema al latte al pistacchio Per la base 150 g BISCOTTI SECCHI 60 g di burro Sbriciolate i biscotti, uniteli al burro fuso e compattate il tutto in uno stampo con cerchio apribile da 18 di diametro e riponete in frigo. Per la mousse Crema al latte 150 g di crema al pistacchio Cioccolato italiano n.1 200 g di panna da montare Decorazione Pistacchi tritati Per la crema e la mousse 250 di latte fresco 50 g di zucchero semolato 50 g di amido di grano 2 fogli di colla di pesce Scaldate il latte, lo zucchero e l'amido; mettete a bagno la colla in acqua fredda, strizzatela e aggiungetela al latte prima che inizi il bollore. Portate ad ebollizione il tutto per pochi secondi (si rapprende molto velocemente) e passatela attraverso le maglie di un colino. Lasciatela raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigo coperta per 20 minuti. Quando è fredda, ponete la crema in una scodella e con il frullino fatele perdere la compattezza e unite la crema di pistacchio e la panna montata e versate il tutto sulla biscotto e riponete in frigo almeno 2 ore. Decorate il dolce con pistacchio e cioccolato.

CREPES CON CREME CIOCCOLATO ITALIANO DELLO CHEF GIOVANNI FORTUGNO

Crepes alla CREMA CACAO Ingredienti: 100 gr di farina 100 ml di latte 100 ml di acqua tiepida 1uovo 1 pizzico di sale 1 cucchiaio di olio (extravergine d'oliva) q.b. di burro farcitura di CREMA CACAO procedimento: Mettere in un miscelatore il latte, l'acqua, il sale, l'olio, l'uovo e sbattere bene il tutto. Aggiungere poco alla volta la farina continuando a miscelare gli ingredienti.Fate riposare la pastella in frigorifero per ualmeno 30 minuti .Riscaldare una padellina antiaderente imburrata, quindi versarvi un po' del composto e fate un movimento rotatorio veloce ,aspettare un minuto, quindi girare la crespella per cuocerla dall'altro lato, ma fate attenzione a non bruciarla la crepes dovra risultare color oro in entrambi I lati. Procedere in questo modo fino ad esaurimento della pastella, per completare le vostre crepes. Una volt ache avrete ottenuto le crepes li adagiate su un piano di lavoro e incominciate a farcirle con la crema al cioccolato gianduia li piegate in Quattro gli mettete un po di panna montata del cacao in polvere e li servite a tavolo con una pallina di gelato alla vaniglia. Nb faccio presente che potete farcire le vostre crepes anche con alter crème come: CREMA PISTACCHIO ,CREMA MANDORLA , CREMA CACAO , CREMA GIANDUIA e CREMA NOCCIOLA, rigorosamente di CIOCCOLATO ITALIANO Grazie cioccolato italiano n1 RicEtta realizzata solo per cioccolato italiano per tutti voi dallo chef Giovanni fortugno.

GIRELLE PASTA SFOGLIA

Ingredienti 1 rotolo di pasta sfoglia già pronta 200 gr di crema di gianduia 50 gr di nocciole pelate e tostate zucchero a velo vanigliato Preparazione Srotolare la pasta sfoglia e cospargere con zucchero a velo, stendere la CREMA GIANDUIA fino ad un centimetro dal bordo. Tritare in granella abbastanza fine le nocciole e metterele sulla crema. Arrotolare la pasta formando un salametto, spolverizzare di zucchero a velo su tutti i lati, incartare nella carta forno e mettere in freezer per 3/4 d'ora. Togliere dal freezer e tagliare a rondelle di 1 cm d'altezza. Stendere la carta forno, utilizzata in precedenza, sulla placca del forno e adagiatevi le "girelle" ben distanziate (in cottura crescono e se sono troppo vicine si attaccano). Mettere in forno preriscaldato a 180/200° per 20 minuti e comunque fino a doratura devono essere così INVIATA DA UN'AMICA CARLA:ledeliziedellamiacucina.blogspot.com

GNOCCHETTI DI FARINA CON CREMA NOCCIOLA di SAMUELE GRECO CHEF

GNOCCHETTI DI FARINA di castagne dei Tecci di Calizzano, CON CREMA NOCCIOLA di SAMUELE GRECO CHEF. GNOCCHETTI DI FARINA di castagne dei Tecci di Calizzano, ripieni di CREMA NOCCIOLA con burro di cacao tartufo bianco. fa bollire 1/2 lt di latte parzialmente, a bollore togli dal fuoco e versa in un colpo 200 gr di farina di castagne dei tecci e 250 gr di "00", amalgama bene. Quando e' tiepido stendi l' impasto un po' spesso e taglia dei dischi, farciscili con la tua crema di nociola e chiudili a mezzaluna, dando pero' forma in modo che restino "seduti". Cuocili in acqua bollente con poco miele e cannella, scola come fossero gnocchi normali e adagiali su un piatto caldo,versa sopra del burro di cacao fuso e a piacere dello zucchero di canna(poco pero!), quindi affettaci sopra un po'di tartufo bianco e assaggia!! da paura!! ecco come interpreto io la CREMA DI NOCCIOLA , un omaggio alle langhe con solo prodotti di nicchia come CIOCCOLATO ITALIANO in modo davvero creativo ma facile da degustare in quanto ci sono solo 4 elementi!! le castagne dei tecci, sono castagne che vengono raccolte solo nella zona di Calizzano(SV) e vengono fatte essiccare nei sottotetti (tecci) di cascine nei boschi con l' ausilio di leggero fuoco sottostante che da' il tipico sapore leggermente affumicato alla castagna, che di suo e' gia' piu' dolce e delicata rispetto alle altre specie!!